• Un Mondo di possibilità

Fin da piccola, ho sempre desiderato viaggiare, vedere il mondo, e fare nuove esperienze. Crescendo, il mio sogno ha cominciato a cambiare leggermente, molto probabilmente grazie a film e serie tv ambientate negli Stati Uniti d’America. Una città in particolare mi ha rubato il cuore: New York. A sedici anni, grazie ai miei genitori, ho avuto l’opportunità di fare una vacanza studio in quella magica città, e ne ho avuto la certezza: non importa quanto difficile il mio percorso sarebbe stato, avrei fatto il possibile per realizzare il mio sogno.
Molto persone credono che ci voglia coraggio per mollare tutto ciò che si conosce e trasferirsi dall’altra parte del mondo, e hanno ragione. Ma in realtà non è così difficile. Infatti, un po’ di paura non solo fa bene, ma ci permette anche di migliorare. Come Ted Mosby disse nell’iconica serie tv americana How I Met Your Mother “Se non hai paura, non corri nessun rischio. E se non corri nessun rischio, allora che razza di senso ha?”

Mi chiamo Margherita Parlangeli, sono una senior alla Truman State University e mi laureerò a Maggio in Management e Business Internazionale. Dopo la laurea vorrei lavorare negli States per qualche anno, possibilmente in un’azienda con molti contatti internazionali che mi possa formare e far conoscere nuove realtà. Descrivere gli ultimi quattro anni della mia vita non è semplice, affatto.

Come posso descrivere la mia esperienza? Posso dire che studiare Chimica Biomedica all'Oral Roberts University e, allo stesso tempo giocare a tennis, è un privilegio. Non solo perché la mia borsa di studio ottenuta grazie alla Formula Atletica-Tennis è tale da coprire il costo del costoso college, ma soprattutto perché offre la possibilità di viaggiare, essere inserito in una squadra con compagni che condividono la tua stessa passione, hai qualcos’altro oltre allo studio con cui sfogarti e ti permette di entrare in contatto con il mondo dell’agonismo e della professionalità.

So, how’s America? Since I came back home, this is the question I have been asked almost everyday for a solid month. Until now, I couldn’t even begin to answer this question, because I myself had yet to understand how America was for me. This experience has meant so much to me I can’t even explain it to myself or to other people. After 5 months back home, I may have finally found the words to describe it. America is great.

Iscriviti ora

Contattaci

Cataloghi

Testimonianze

Incontri informativi

Ricerca